Le emozioni quanto influiscono sulla nostra salute.

La salute è un bene fondamentale a cui tutti miriamo. Molto spesso però ci scordiamo che la salute fisica è strettamente correlata alla salute mentale, psichica, insomma alle nostre emozioni.

Sembra strano pensare che una certa emozione, sentimento possa alla lunga portare a dei sintomi fisici, eppure basta "tendere l'orecchio" al nostro organismo, fermarsi un attimo e osservare come ci sentiamo quando abbiamo un'emozione forte da elaborare.

Possiamo ritrovare un vuoto allo stomaco, muscoli tesi del collo e delle spalle, una sensazione di capogiro, nausea... e così molti altri piccoli avvertimenti fisici per informarci che sta avvenendo qualcosa dentro di noi.

Ovviamente dovranno essere emozioni protratte nel tempo, molto forti, a volte traumi che ci portiamo avanti da una vita per dare forma a una malattia specifica e a volte anche grave. Purtroppo l'essere umano tende a mettere i problemi "sotto il tappeto" così che occhio non vede, cuore non duole, ma ci sbagliamo; queste emozioni represse prima o poi ritorneranno come un boomerang, più forti di prima.

Tutte queste forme di squilibrio emotivo turbano il nostro sistema organico, nello specifico andrò soprattutto a danneggiare Cuore e Fegato. Ogni emozione, per la medicina cinese, ha il suo organo associato e ancora più importante, imprime un movimento specifico all'energia del nostro organismo.

Si dice che, in particolare il Fegato, permette un libro fluire del qì (energia). Sappiamo che al Fegato è associata l'emozione collera-rabbia e sarà ben noto a tutti che quando ci arrabbiamo restiamo contratti, ci irrigidiamo e quindi interrompiamo la libera circolazione dell’energia.

Cosa fare?

È ovviamente difficile riuscire a equilibrare le nostre emozioni, dipende dalle circostanze, dall'età, dal carattere, dalla costituzione, dalla cultura... da mille fattori. Quello che ognuno di noi può fare è sicuramente rendersi sempre più conto di come ci si sente in relazione a quell'emozione, ascoltarsi, elaborarla e con il tempo riuscire a "dominarla" in modo positivo e sereno, sarà un grande vantaggio per se stessi oltre che per gli altri.

Anche l'agopuntura può aiutarci a dare la giusta direzione, a riequilibrare yin e yang, ma in primis saremo noi stessi che decideremo se e come aiutare il nostro organismo psicofisico a ritrovare armonia.  

Leave a comment

Please note, comments must be approved before they are published